Curare le piante durante le vacanze

 

Curare le piante durante le vacanze

Ormai è quasi tempo di vacanza e come ogni anno dovrai chiedere al tuo vicino o amico di passare ogni tanto a casa tua per annaffiare le piante.

Supponiamo per qualche istante che quest’anno decidano anche loro di andare in vacanza, come puoi annaffiare le piante mentre sei al mare o montagna a goderti l’estate?

Lascia stare i tuoi vicini e ingegnati con questi metodi di “irrigazione automatica” fai da te.

Metodi di irrigazioni adatti per 2 o 3 settimane di vacanza

1- Bottiglia d’acqua rovesciata: hai già sentito parlare di questo metodo? Forse è il più efficace che possiamo consigliarti. Hai bisogno di:

  • una bottiglia di plastica da 1l
  • acqua
  • uno spillo

Prendi una bottiglia e riempila d’acqua, sul tappo utilizza uno spillo rovente per fare dei piccoli buchi. Inserisci la bottiglia capovolta nel terriccio e incidi un ulteriore buco (un po’ più grande di uno spillo) sul retro. Et voilà, il vostro irrigatore è stato creato.

Come funziona la bottiglia in un vaso?

I buchi fatti sul tappo permettono all’acqua di scendere gradualmente e di bagnare il terriccio ogni volta. Il buco sul retro della bottiglia serve per far passare aria e quindi agevolare la discesa dell’acqua.

Ricorda di far entrare un po’ di luce nella stanza in cui decidi di mettere le piante e di mettere una bacinella d’acqua in modo che continui a mantenere un’aria umida.

Questo metodo serve per evitare che il terriccio si secchi troppo velocemente e quindi abbia bisogno di più acqua.

2- Filo di lana: la lana non è utile solo per lavorare ai ferri, puoi utilizzarla per fare un ingegnoso sistema di irrigazione automatico quando sarai in vacanza, ecco di cosa hai bisogno:

  • bacinella d’acqua
  • acqua
  • gomitolo di lana

Prendi una bacinella e riempila d’acqua, la grandezza della bacinella varia a seconda dei vasi da irrigare. Metti la bacinella al centro, in modo da essere lontana dai vasi in egual misura; ora taglia dei pezzetti di lana lunghi dal terriccio, e quindi dal vaso, alla bacinella.

Immergete un’estremità all’interno della bacinella e l’altra nel terriccio della pianta.

Come funziona il metodo del filo di lana?

Tramite l’assorbimento e il processo di capillarità, il filo di lana porterà acqua alla vostra pianta e continuerà a tenere bagnato il terriccio

Ricorda di far entrare un po’ di luce nella stanza in cui decidi di mettere le piante e di mettere una bacinella d’acqua in modo che continui a mantenere un’aria umida.

Questo metodo serve per evitare che il terriccio si secchi troppo velocemente e quindi abbia bisogno di più acqua.

Per il giardino

3- Sistema di irrigazione: a meno che tu non voglia riempire il tuo giardino di bottiglie, ti consigliamo di spendere qualche soldo ed installare un sistema di irrigazione.

Buon lavoro!